salussola

SalussolaNet è Cultura, Arte, Storia e Turismo a Salussola


Vai ai contenuti

Menu principale:


Vescovo monsignor Tommaso Berutti

Salussolesi Illustri

Il vescovo monsignor Tommaso Berutti
Tommaso Berutti nacque ad Arro, frazione di Salussola, al civico 408, l'11 novembre 1888 da Biagio, passato a seconde nozze con Maddalena Barberis di Stroppiana (Vc), morta il 31 marzo 1928, chiamando il nome dell'unico figlio Carlo, Tommaso, Mario.
Qui fu battezzato il 13 novembre 1888 dall'amministratore parrocchiale don Carlo Penna, e dove, il 14 marzo 1897, ricevette la sua prima Comunione da don Pietro Stefano Schiapparelli.
Allo stato civile del Comune di Salussola venne registrato con il solo nome di Tomaso e non Tommaso.
I primi insegnamenti scolastici gli furono impartiti dal maestro signor Bullio, fino ai tredici anni, quando entrò in Seminario.
A diciasette anni la famiglia lasciò la frazione di Arro per trasferirsi a Salussola.
Entrò nel seminario di Biella nel 1901, tutti i suoi compagni ricordano ancora la caratteristica figura bruna, segaligna, tutta nervi, vivace nel gioco, ma assidua nello studio ed esemplare nella condotta e soda pietà.
Il 7 luglio 1909 passò nella Compagnia di Gesù; ma la guerra lo strappò dal convento per inviarlo al fronte, ove ebbe la fortuna rara di trovarsi sovente con il fratello Francesco.
Ritornato alla sua Congregazione religiosa e superati con lode gli esami "
de universa philosophia ", fu ordinato sacerdote nel 1922.
L'anno seguente partì per l'India, e nel 1924 arrivò a Peng-pu, a 390 km. da Shangai, dove, a fianco del Vicario Apostolico, dimostrò prudenza, zelo e carità; le belle doti che gli hanno meritato l'alta dignità conferitagli con decreto della S.C.P.F., in data 9 dicembre 1928.
Il Vescovo Berutti s'imbarcò nuovamente il 19 aprile 1930 e rientrò in Italia il 27 maggio 1930; Salussola gli tribuì gli onori il 15 maggio 1930 con solennità.
Fu Vescovo titolare della diocesi di Cusa.
Morì a Varese il 21 gennaio 1975.


claudio.circolari[at]salussola.net - bibliografia


Torna ai contenuti | Torna al menu